Insonnia anziani, come fronteggiarla?

" Fronteggiare l'insonnia negli anziani è possibile grazie ad importanti accorgimenti da apportare per migliorare il relax e la qualità del sonno. "

Data: 31/12/17 | Vista: 723

Insonnia anziani, come fronteggiarla?

Insonnia anziani, si può guarire? 

Nel normale corso della vita, è abbastanza comune che chi giunge nella terza o quarta età dorma di meno. L'insonnia negli anziani, infatti, è provocata dal mutare del ritmo circadiano personale, ma in alcuni casi può essere conseguenza di particolari patologie o terapie farmacologiche che portano a disturbi di sonno. Nei primo caso, si può migliorare la qualità del sonno dell'anziano provvedendo a compiere specifiche azioni – che a breve vedremo -, ma se la situazione non migliora, potremmo trovarci nel secondo caso: qui è indispensabile sottoporre la questione al proprio medico di fiducia. 


A breve vedremo cosa fare per affrontare l'insonnia negli anziani, ma se vuoi conoscere quali siano le case famiglia o le case di riposo pià vicine a te, consulta le nostre sezioni! 

Come dormire bene, le regole per un sonno perfetto

Se l'insonnia nell'anziano è dovuta a stati ansiosi o molto più semplicemente all'età, è molto importante rispettare le cosiddette “regole del buon sonno”, ovvero una serie di suggerimenti che chiunque (e a qualunque età) può applicare per godere di ore di sonno profonde e rigeneranti. Ma quali sono queste regole del buon sonno? Eccole: 


  • rilassarsi prima di dormire: si può fare un bagno caldo o prendere una tisana
  • evitare di mangiare troppo pesante prima di coricarsi
  • far passare almeno tre ore dalla cena al momento in cui si va a letto
  • evitate alcolici, cibi speziati e fumo
  • non portare a letto dispositivi elettronici ed evitare anche di guardare la tv 
  • assicurarsi che nella stanza non vi siano luci spia che potrebbero infastidire il sonno o altre luci provenienti dall'esterno

Quando la causa dell'insonnia non è naturale

Quando la causa dell'insonnia non è naturale, entra in gioco il medico di fiducia. Prima di allarmarsi, però, è bene capire se effettivamente ci siano i presupposti per farlo. 


Tenere un diario del sonno è molto importante: si tratta di un semplice diario dove vanno annotate tutte le attività che si svolgono durante la giornata, dai cibi mangiati alle ore di sonno e veglia, compresa la terapia farmacologica che si segue. In questo modo si avrà un quadro chiaro e il medico potrà consigliare se fare o meno delle analisi più specifiche per comprendere se si tratta di qualche patologia in essere – come depressione, demenza o Alzheimer – oppure è colpa di qualche controindicazione dei farmaci assunti. 

Hai bisogno di assistenza per una persona anziana? Scopri qual è la casa famiglia o la casa di riposo più vicina a te!  


Contatta le strutture della tua zona!

Invia una richiesta di assistenza per la persona anziana alle strutture della tua zona e sarai ricontattato in pochi istanti per informazioni sui costi e servizi. Cosi potrai scegliere la soluzione migliore per te!

  • Inserire solo numeri o spazi
  • Inserire una email valida tipo email@nomedominio.it

"Insonnia anziani, come fronteggiarla? "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su