Assegno accompagnamento anziani, a chi spetta?

" Informazioni utili sull’assegno di accompagnamento per anziani: chi può richiederlo e tutti i requisiti necessari per l’ottenimento. "

Data: 26/6/17 | Vista: 1308

Assegno accompagnamento anziani, a chi spetta?

Assegno accompagnamento anziani: tutte le informazioni per chi desidera richiederlo

L’assegno di accompagnamento per anziani viene riconosciuto dall’INPS alle persone con gravi difficoltà fisiche nella vita quotidiana determinate da una mutilazione o da uno stato di invalidità totale. I due requisiti fondamentali per il suo ottenimento sono l’accertata impossibilità a camminare senza l’aiuto costante di un accompagnatore oppure l’impossibilità di svolgere in autonomia le azioni legate alla vita quotidiana.

Continua a leggere per scoprire i dettagli sull’assegno di accompagnamento per anziani e se sei alla ricerca di assistenza per un anziano, scopri la casa famiglia o la casa di riposo più vicina!

I requisiti per la richiesta dell’assegno di accompagnamento per anziani

La particolarità dell’assegno di accompagnamento per anziani è la possibilità di richiederlo indipendentemente dal reddito posseduto e dall’età. I requisiti per il suo ottenimento, in particolare, sono i seguenti:

  • come abbiamo anticipato, l’impossibilità di camminare senza l’aiuto costante di un accompagnatore oppure l’incapacità di svolgere in autonomia le azioni della vita quotidiana;

  • l’invalidità al 100% per malattie psichiche o fisiche;

  • la cittadinanza italiana; per i cittadini extracomunitari, il permesso di soggiorno di almeno un anno; per i cittadini comunitari, l’iscrizione all’anagrafe del Comune di residenza;

  • la residenza abituale e stabile in Italia.

L’Inps ha ribadito, inoltre, che l’assegno di accompagnamento può essere cumulato con la pensione di inabilità e le pensioni o le indennità destinate ai ciechi totali o parziali.

Chi non ha diritto all’assegno di accompagnamento per anziani?

Esistono alcune circostanze che non danno diritto all’ottenimento dell’assegno di accompagnamento per anziani. Esse sono:

  • l’essere ricoverati in forma gratuita e per più di 30 giorni in una struttura;

  • hanno già ottenuto un’indennità simile per invalidità contratta in caso di lavoro, servizio o guerra.

Come fare richiesta per l’assegno di accompagnamento per anziani?

Il primo passo per l’ottenimento dell’assegno di accompagnamento consiste nell’andare dal proprio medico di base per fare richiesta del certificato medico introduttivo. La richiesta per l’assegno di accompagnamento va effettuata in autonomia online sul sito dell’INPS oppure affidandosi al servizio messo a disposizione dai patronati o dalle associazioni di categoria per la tutela dei disabili.

Alla domanda va allegato il certificato rilasciato dal medico di base.

Se si è idonei all’ottenimento dell’assegno di accompagnamento per anziani questo viene erogato dall’Inps a partire dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda.

Hai bisogno di assistenza per un anziano? Scopri le case di riposo e le case famiglia per anziani più vicine a te!

Contatta le strutture della tua zona!

Invia una richiesta di assistenza per la persona anziana alle strutture della tua zona e sarai ricontattato in pochi istanti per informazioni sui costi e servizi. Cosi potrai scegliere la soluzione migliore per te!

  • Inserire solo numeri o spazi
  • Inserire una email valida tipo email@nomedominio.it

"Assegno accompagnamento anziani, a chi spetta? "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su