Aprire una casa famiglia per anziani, indicazioni utili

" Indicazioni utili e consigli per chi desidera aprire una casa famiglia per anziani, una struttura di tipo famigliare rivolta all'assistenza delle persone autosufficienti. "

Data: 23/10/15 | Vista: 34831

Aprire una casa famiglia per anziani, indicazioni utili

Aprire una casa famiglia per anziani, consigli utili

Desideri aprire una casa famiglia per anziani? I passi da compiere non sono numerosi perché si tratta di una tipologia di struttura assistenziale che ha molti elementi in comune con la gestione di una classica famiglia.

Scopriamo di più!

I punti di riferimento normativi legati all'apertura di una casa famiglia per anziani

Dal punto di vista dei regolamenti l'apertura di una casa famiglia per anziani ha principalmente 3 punti di riferimento importanti:


1. il DPR del 14 gennaio 1997 riguardante la sicurezza delle strutture;

2. il Decreto Ministeriale n. 308 del 21 maggio 2001 emanato ai sensi dell'art. 11 della Legge n. 328 dell'8 novembre 2000: fissa, in particolare, i requisiti minimi strutturali e organizzativi per questo tipo di strutture di assistenza;

3. i Regolamenti Regionali legati all'accreditamento istituzionale di queste strutture.

Le autorizzazioni per l'apertura della casa famiglia per anziani

Il già citato Decreto Ministeriale 308/2001 inserisce la casa famiglia per anziani nelle comunità di tipo famigliare con sede nelle civili abitazioni. Nel caso in cui il numero degli ospiti sia superiore a 6 è necessario munirsi prima dell'apertura dell'autorizzazione del comune di competenza da richiedere presso l'Assessorato ai Servizi Sociali.

Se il numero degli ospiti è inferiore p uguale a 6 non è necessario munirsi di questa autorizzazione prima dell'apertura a patto che la struttura non fornisca anche servizi di tipo sanitario; questi ultimi, però, possono essere eventualmente affidati a enti esterni, pubblici o privati.

Per questo tipo di struttura è sufficiente fornire il preavviso di apertura al Dirigente dei Servizi Diretti dell'Assessorato Politiche Sociali e per le Famiglie del comune di competenza: l'avvio dell'attività, poi, deve essere comunicato entro 60 giorni.

I requisiti della casa famiglia per anziani

La struttura che sarà adibita a casa famiglia per anziani deve essere in possesso di tutti i requisiti tipici delle civili abitazioni e una organizzazione interna che garantisca agli ospiti gli spazi e i ritmi della vita quotidiana.

La struttura, in particolare, può disporre al massimo di 2 bagni uno dei quali dotato di attrezzature per disabili. Il personale può far uso dei bagni indicati solo se questi vengono automaticamente disinfettati e a patto che la rubinetteria del lavabo del bagno più vicino alla cucina sia dotato di comando a pedale o con fotocellula in modo da assicurare una maggiore igiene.

La struttura, poi, può disporre di camere singole o doppie per un massimo di 6 posti letto: le singole devono avere una superficie intorno agli 9 mq; le doppie devono essere di circa 14 mq. I soggiorni e le sale comuni devono avere una dimensione dai 18 ai 22 mq mentre la cucina di circa 8mq.

Per maggiori informazioni riguardanti l'apertura di una casa famiglia per anziani si consiglia comunque di rivolgersi all'ufficio comunale di competenza territoriale.


Contatta le strutture della tua zona!

Invia una richiesta di assistenza per la persona anziana alle strutture della tua zona e sarai ricontattato in pochi istanti per informazioni sui costi e servizi. Cosi potrai scegliere la soluzione migliore per te!

  • Inserire solo numeri o spazi
  • Inserire una email valida tipo email@nomedominio.it

Scarica il file PDF

Scarica il file PDF

"Aprire una casa famiglia per anziani, indicazioni utili "

Voto: 5 su 5
di 9 votanti.

Voti Articolo


Torna Su